Persona e politica

Individui e società

“Oggi si vuol sentire parlare di grandi programmi politici ed economici ossia proprio di quelle cose che hanno condotto i popoli a impantanarsi nella situazione attuale…
Ed ecco che uno viene a parlare di sogni e di mondo interiore…
Ma io non parlo alle Nazioni.
Io mi rivolgo solo a pochi uomini.
Se le cose grandi vanno male è solo perché i singoli individui vanno male, perché io stesso vado male.
Perciò, per essere ragionevole, l’uomo dovrà cominciare ...

Continua lettura →
0

Persona e malattia

Malati non malattie

“Se a me fanno vedere il mio DNA, io non mi riconosco, non mi vedo, non mi identifico.”
(U. Galimberti)

Sempre più rara è l’esperienza di “essere” visitati da un medico, quando richiediamo un consulto.
La medicina d’oggi si avvale di metodiche e di tecnologie straordinarie, fino a pochi decenni fa del tutto impensabili. Ma…

Il rischio che si corre è quello di una medicina sempre più iperspecialistica e settoriale, che confonde il malato con la malattia.
La patologia viene ...

Continua lettura →
0

Trasformazione

Crisi e cambiamento

Ogni vera e profonda trasformazione avviene sempre dopo una “crisi”, ossia dopo una frattura (dal greco, crisis) fra un vecchio e un nuovo equilibrio.
Il processo di trasformazione comporta l’accettazione di uno stato transitorio di smarrimento, un senso di provvisoria instabilità, un sovvertimento che sfocia poi un nuovo accomodamento.

Fino alla prossima tappa.
Questo vale sia per lo sviluppo umano individuale (ontogenesi), sia per l’evoluzione sociale in generale (filogenesi).
“Chi lascia la vecchia via per la nuova, sa quello ...

Continua lettura →
0

Persona e narcisismo

La persona più importante sei tu

Il tesoro è sempre stato presente, dentro di te, ma tu eri impegnato altrove: nei pensieri, nei desideri, in mille cose.
Non eri minimamente interessato a quell’unica cosa.
Si trattava del tuo stesso essere!

(Osho)

Questo concetto, apparentemente semplice, è del tutto disatteso nella nostra attuale concezione della vita.
Viene concretamente applicato in due modi diversi.
Entrambi sbagliati.

C’è chi si pone narcisisticamente al centro del mondo, in modo assoluto, con un egocentrismo (ed un egoismo) esasperato, concependo ...

Continua lettura →
0

Intenzioni

La forza delle intenzioni

Siamo tutti dei geni della teoria! E’ facile riempire il mondo di intenzioni, di buona volontà.
Più difficile è mettere in atto ciò che razionalmente pensiamo; trasformare le nostre idee in azioni.

Prima di agire, frapponiamo mille resistenze, mille paure, dubbi e incertezze si insinuano nella nostra mente e ci convincono a procrastinare, a rimandare.
Eppure bisogna provarci, bisogna cercare una coerenza fra ciò che sentiamo, ciò che pensiamo e ciò che poi facciamo (o non facciamo!).
Provarci ...

Continua lettura →
0

Cambiamento

Permanenza del Sé ed eterno divenire

C’è un equivoco che caratterizza il concetto di “cambiamento”.
Quando si dice: “si deve cambiare”, la reazione istintiva è una resistenza, una sensazione di generico “pericolo” da affrontare.
Il disagio in realtà è dato dalla necessità di cambiare, che vuol dire essere già in una situazione negativa e poco appagante.

L’equivoco, quasi una contraddizione interna che avvertiamo, è dato dal fatto che siamo abituati, fin dalla nostra infanzia, a cercare “stabilità”, certezze.
Quindi ci adoperiamo per ...

Continua lettura →
0

Persona, lo scopo della psicoanalisi

Una sintesi del pensiero di Davide Lopez

“La meta maturativa del Sé è la persona  – dice Davide Lopez – e l’area relazionale del rapporto persona-persona, l’area della genitalità“.
La Persona è concepita come il passaggio dell’individuo ad una superiore posizione dello sviluppo psichico, un individuo dunque non più a pezzi, “frammentato e disintegrato“, in parti separate (il corpo, la mente, l’inconscio, la coscienza, ecc.), così come viene concepito dalle teorie scientifiche prevalenti.
Sviluppo maturativo come “ricomposizione e ristrutturazione armonica di tutte ...

Continua lettura →
6

Polis e Psiche

Per una politica rispettosa della persona

Il rapporto fra polis e psiche è stato da sempre implicitamente riconosciuto ma, di fatto, raramente è stato oggetto di pianificazione da parte degli addetti ai lavori. L’utilizzo della psicologia quale strumento esplicito e consapevolmente orientato (quindi scientifico) da parte del mondo politico, non rappresenta ancora una scelta usuale, anche se non mancano esperienze di collaborazione interdisciplinare in cui gli psicologi hanno fornito il proprio contributo conoscitivo e metodologico.

Dopo il suo sviluppo soprattutto in ambito statunitense, ...

Continua lettura →
0

Il guaritore ferito e la cura

Dov’é finita la cura?

“Non ti curar di lor, ma guarda e passa”, dice Dante nel III canto dell’Inferno, invitando con questo a non “preoccuparsi” e a guardare oltre.

Il termine “cura” viene qui evocato nella sua accezione originaria che indicava uno stato d’animo, una disposizione  soggettiva, piuttosto che una pratica, una azione rivolta verso qualcuno che ne avrebbe bisogno, come oggi comunenente viene inteso.

“Curare” nel senso latino indica l’ “essere in pensiero” per qualcuno o qualcosa, mentre nel ...

Continua lettura →
0